Monthly Archives

Luglio 2019

Pubblicato il bando per le neocostituite lombarde

By | Notiziario Informativo

Regione Lombardia ha pubblicato il bando Archè che mette a disposizione 16 milioni di Euro a sostegno dell’avviamento e consolidamento delle imprese neocostituite lombarde (costituite entro 48 mesi dalla data di presentazione della domanda di agevolazione). Nell’ambito di questo fondo è prevista una riserva di 3 milioni di Euro per le imprese lombarde iscritte nella sezione speciale delle Startup innovative.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

MISURA A (PIANI DI AVVIO): Progetti di sviluppo per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa/dell’attività professionale e alle fasi di prima operatività;

MISURA B (PIANI DI CONSOLIDAMENTO): Progetti di sviluppo per la realizzazione degli investimenti necessari a consolidare ed espandere le attività di impresa/professionale.

SOGGETTI BENEFICIARI:

MISURA A:

    • PMI attive da massimo 2 anni;
    • LIBERI PROFESSIONISTI
      • SINGOLI: in possesso di partita Iva o che abbiano avviato l’attività professionale da massimo 2 anni;
      • STUDI ASSOCIATI: in possesso dell’atto costitutivo dello studio e della partita Iva associata allo studio da massimo 2 anni.

MISURA B:

    • PMI attive da più di 2 anni e fino a 4 anni;
    • LIBERI PROFESSIONISTI:
      • SINGOLI: in possesso di partita Iva o che abbiano avviato l’attività professionale da più di 2 anni e fino a 4 anni;
      • STUDI ASSOCIATI: in possesso dell’atto costitutivo dello studio e della partita Iva associata allo studio da più di 2 anni e fino a 4 anni.

Sono escluse le aziende che operano nei seguenti settori:

  • turistico e ricettivo;
  • fabbricazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti del tabacco;

SPESE AMMISSIBILI:

MISURA A:

  1. Acquisto di nuovi impianti, attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software (escluso usato e leasing);
  2. Spese di adeguamento degli impianti e ristrutturazione funzionale dei locali;
  3. Spese di locazione/noleggio per attrezzature tecnico-specialistiche e laboratori/sede operativa;
  4. Spese di personale riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 20% dei restanti costi diretti;
  5. Costi indiretti riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% dei restanti costi diretti.
  6. Acquisto licenze software e servizi software, compreso lo sviluppo del sito web;
  7. Servizi di consulenza nella percentuale massima del 2% della spesa totale.

MISURA B:

  1. Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali all’interno del territorio regionale;
  2. Acquisto di brevetti, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud;
  3. Spese per certificazione di qualità, deposito dei marchi e registrazione e difesa dei brevetti;
  4. Servizi di consulenza esterna specialistica (legale, fiscale, business etc.) non relativa all’ordinaria amministrazione, nella percentuale massima del 2% della spesa totale;
  5. Spese di personale riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 20% dei restanti costi diretti;
  6. Costi indiretti riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% dei restanti costi diretti;
  7. Acquisto di impianti, attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software –escluso usato e leasing;
  8. Spese di adeguamento degli impianti e ristrutturazione funzionale dei locali.

Per entrambe le misure  sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 10 maggio 2019 e entro 15 mesi dalla data di protocollo della domanda di agevolazione.

AGEVOLAZIONE:

MISURA A:

contributo a fondo perduto pari al 40% dell’investimento ammissibile con un’agevolazione massima di 50.000 Euro.

L’investimento minimo deve essere pari ad almeno 30.000 Euro;

 

MISURA B:

contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento ammissibile con un’agevolazione massima di 75.000 Euro.

L’investimento minimo deve essere pari ad almeno 40.000 Euro.

TERMINI:

Le domande di agevolazione potranno essere presentate a partire dalle ore 12 del 2 ottobre 2019 fino ad esaurimento delle risorse finanziarie.

Da Regione Lombardia il nuovo bando per spesare le fiere internazionali

By | Notiziario Informativo

Regione Lombardia ha stanziato 4,2 milioni di euro a sostegno della partecipazione delle MPMI alle fiere internazionali che si terranno sul territorio lombardo nel biennio 2020 – 2021. L’obiettivo consiste nella promozione dell’attrattività del Sistema Lombardia sui mercati globali incentivando le occasioni di incontro tra gli imprenditori italiani ed esteri.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

Sono ammissibili le spese per la partecipazione a fiere con qualifica internazionale, inserite nel calendario fieristico regionale, che si svolgeranno in Lombardia nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021. Consulta il calendario delle fiere internazionali 2020 di Regione Lombardia

È ammessa la partecipazione ad una data fiera solo qualora l’impresa richiedente non vi abbia partecipato precedentemente:

nelle precedenti 3 edizioni, per le fiere con cadenza annuale o inferiore;
nelle precedenti 2 edizioni, per le fiere con cadenza biennale o superiore.

Ogni domanda può prevedere la partecipazione ad una o a più fiere.

SOGGETTI BENEFICIARI:

Possono presentare domanda le MPMI che abbiano almeno una sede operativa attiva in Lombardia.

SPESE AMMISSIBILI:

1. Costi per la partecipazione alla fiera, quali:

a) Affitto area espositiva;

b) Quote di iscrizione, quote per servizi assicurativi e altri oneri obbligatori previsti dalla manifestazione;

c) Allestimento stand;

d) Allacciamenti (energia elettrica, acqua, internet, ecc.) e pulizia stand;

e) Iscrizione al catalogo della manifestazione;

f) Hostess e interpreti impiegati allo stand.

 

2. Consulenze propedeutiche alla partecipazione alla fiera e consulenze per la gestione dei follow up (massimo 20% della voce di spesa 1), quali:

a) Progettazione dello stand;

b) Ricerca partner e organizzazione di incontri in fiera;

c) Consulenze relative a: contrattualistica con l’estero, dogane e fiscalità estera, pagamenti e trasporti internazionali.

3. Costi di personale (riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 20% delle voci di spesa 1 e 2).

4. Costi generali (riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% delle voci di spesa 1, 2 e 3).

 

AGEVOLAZIONE:

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 15.000. Non sono ammissibili progetti con spese inferiori a € 8.000.

L’intensità di aiuto massima concedibile è pari a:

50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera;
60% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera;
Sono previste premialità per le micro imprese e per le imprese costituite da meno di 24 mesi.

Ogni impresa richiedente potrà presentare, per il biennio 2020- 2021, una sola domanda relativa al programma di fiere a cui intende partecipare.

Tutti i dettagli riguardo a modalità e tempistiche di presentazione delle domande saranno resi noti con la pubblicazione del bando.