Monthly Archives

Agosto 2019

CREDITO DI IMPOSTA PUBBLICITA’ 2019: DOMANDE DAL 1 AL 31 OTTOBRE

By | Notiziario Informativo

Il credito d’imposta riconosciuto per gli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, riparte con alcune sostanziali modifiche introdotte dall’articolo 3-bis inserito nel decreto legge 59/19 durante la conversione in legge

In sintesi:

BENEFICIARI:

Tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo e gli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie su giornali, quotidiani e periodici nazionali e locali, anche on line, e su emittenti televisive e radiofoniche locali; il cui valore complessivo superi di almeno l’1% gli investimenti effettuati nel periodo di esercizio precedente, sugli stessi mezzi di informazione. Non è possibile accedere al credito l’imposta se gli investimenti pubblicitari dell’anno precedente a quello per cui si richiede l’agevolazione sono stati pari a zero.

AGEVOLAZIONE:

L’agevolazione consiste in un credito d’imposta pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati.

Il credito di imposta è utilizzabile in compensazione con modello F24

SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammissibili al credito d’imposta gli investimenti gli investimenti sostenuti dal 01 Gennaio 2019 al 31 Dicembre 2019

  • giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, anche on-line purché iscritti presso il competente Tribunale e dotati della figura del Direttore Responsabile
  • emittenti televisive e radiofoniche locali, purché iscritte presso il Registro degli operatori di comunicazione 

 

Sono escluse dal credito d’imposta le spese sostenute per l’acquisto di spazi destinati a servizi particolari; ad esempio: televendite, servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite di denaro, di messaggeria vocale o chat-line con servizi a sovraprezzo.

Sono inoltre escluse dalla valorizzazione tutte le spese per le quali non è possibile un raffronto con il periodo d’imposta precedente

Per verificare l’ammissibilità degli investimenti, contatta il Ns Staff

BANDO FABER: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE MICRO E PICCOLE IMPRESE, APERTURA TERZO SPORTELLO

By | Notiziario Informativo

Il 5 Settembre riaprirà il bando FABER, promosso da Regione Lombardia, l’incentivo volto a finanziare con contributo a fondo perduto i progetti di investimento finalizzati all’ottimizzazione ed all’innovazione dei processi produttivi delle micro e piccole imprese del settore manifatturiero, edilizio e dell’artigianato.

BENEFICIARI:
Micro e piccole imprese attive da almeno 24 mesi del settore manifatturiero (codice ATECO C), edile (codice ATECO F) e dell’artigianato (iscritte alla Sezione speciale del Registro delle Imprese della CCIAA) aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

  • Ripristino delle condizioni ottimali di produzione mediante interventi di ammodernamento macchinari, impianti e attrezzature;
  • Massimizzazione dell’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua mediante, ad esempio interventi di riduzione del consumo di materie prime e altre risorse, comprese quelle energetiche; interventi di riduzione dell’impiego di sostanze pericolose; interventi di riduzione di rifiuti; interventi di riduzione delle emissioni inquinanti;
  • Ottimizzazione della produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali mediante, ad esempio, interventi di riduzione al minimo della produzione di scarti di lavorazione; interventi per la gestione degli scarti del processo produttivo come sottoprodotti; interventi per il reimpiego di alcune componenti o dell’intero prodotto, giunto alla fine di un ciclo di vita, a seguito di processi di manutenzione.

SPESE AMMISSIBILI:

a. Macchinari e impianti di produzione nuovi e attrezzature nuove;
b. Macchine operatrici (definite dall’articolo 58 del nuovo Codice della strada);
c. Hardware, software e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali di cui alla lettera a;
d. Operare murarie connesse all’installazione dei beni materiali di cui alla lettera a) nel massimo del 50% delle spese ammissibili di cui alla lettera a).

Le spese dovranno essere sostenute (fatturate e quietanzate) a partire dal 4 gennaio 2019 e rendicontate entro il 18 dicembre 2019.

L’investimento minimo è fissato in Euro 15.000,00

AGEVOLAZIONE:
Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili, e nella misura massima concedibile pari ad Euro: 30.000,00

Verificate con il Ns Staff l’ammissibilità dei Vostri investimenti

Attenzione alla scadenza degli accantonamenti di Fondimpresa e Fondirigenti

By | Notiziario Informativo

Il 31 dicembre 2019 una quota delle risorse aziendali accantonate sul conto formazione di Fondimpresa e Fondirigenti non ancora impegnate andrà in scadenza.

Siamo a disposizione aiutarvi a non di perdere i vostri fondi.

Possiamo verificare l’effettiva disponibilità dei fondi ed assistervi nella completa pianificazione di un nuovo progetto formativo; dall’analisi dei fabbisogni, alla presentazione e gestione del piano, fino alla rendicontazione finale, e all’ottenimento del rimborso.

Contatta il nostro staff per saperne di più.