Monthly Archives

Febbraio 2020

Bando Faber, presto il bando 2020

By | Notiziario Informativo

Regione Lombardia ha approvato i criteri attuativi del nuovo bando Faber 2020 a sostegno dei programmi d’investimento delle micro e piccole imprese lombarde. Si tratta della nuova edizione del bando che nel 2019 ha supportato gli investimenti di molte micro e piccole imprese lombarde.

 

AGEVOLAZIONE:

Contributo a fondo perduto pari al 30% delle spese ammissibili nel limite massimo concedibile di 35.000 Euro.

 

SOGGETTI AMMISSIBILI:  

Micro e piccole imprese attive da almeno 24 mesi al momento della presentazione della domanda e appartenenti al settore manifatturiero (codice ATECO C), edile (codice ATECO F) e dell’artigianato (iscritte alla Sezione speciale del Registro delle Imprese della CCIAA) aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI: 

Sono ammissibili investimenti in impianti, macchinari e attrezzature innovativi finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi.

 

SPESE AMMISSIBILI:

  1. Macchinari, impianti di produzione e attrezzature nuove;
  2. Macchine operatrici (definite dall’articolo 58 del nuovo Codice della strada);
  3. Beni immateriali connessi ad investimenti in beni materiali “industria 4.0”;
  4. Opere murarie strettamente connesse all’installazione dei beni alla voce a entro un limite massimo del 20%;
  5. Formazione aziendale strettamente connessa al funzionamento dei beni previsti ai punti a, b e c nella misura massima del 10% del totale;

Gli interventi dovranno essere realizzati e rendicontati entro il termine massimo del 16 dicembre 2020. Saranno considerate ammissibili le spese sostenute successivamente al 25 febbraio 2020.

 

Ai fini dell’ammissibilità l’investimento complessivo non potrà essere inferiore a 25.000 Euro

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

A breve Regione Lombardia renderà nota la data di apertura dello sportello.

 

TIPOLOGIA DI PROCEDURA:
Il contributo è concesso a seguito di una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande di agevolazione. È dunque importante essere pronti alla prenotazione delle risorse finanziarie nel momento di apertura del bando.

A breve l’apertura del bando per le imprese ricettive

By | Notiziario Informativo

Regione Lombardia ha approvato un bando a sostegno dei progetti di riqualificazione delle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere operanti in Lombardia. Si tratta di uno strumento atteso da tempo che darà un valido sostegno alle imprese di questo importante comparto dell’economia lombarda. In breve riassumiamo i contenuti del decreto:

 

AGEVOLAZIONE:

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili nel limite massimo concedibile di 200.000 Euro.

 

SOGGETTI AMMISSIBILI:  

Micro, piccole e medie Imprese, comprese le ditte individuali, che esercitano l’attività ricettiva alberghiera e non alberghiera (villaggi turistici, campeggi e aree di sosta). Al momento della presentazione della domanda i soggetti richiedenti devono essere iscritti al Registro delle imprese.

 

SPESE AMMISSIBILI:

Per le MPMI che esercitano attività ricettiva, proprietarie della struttura oggetto di agevolazione e le MPMI che esercitano l’attività ricettiva in virtù di un contratto di affitto o altra tipologia di contratto purché i proprietari degli immobili siano persone fisiche che non svolgono attività economica:

  1. Arredi, macchinari e attrezzature;
  2. Opere edili, murarie e impiantistiche;
  3. Progettazione e direzione lavori per un massimo dell’8% delle opere edili;
  4. Spese generali forfettarie per un valore del 7% delle spese ammissibili 1, 2 e 3.

Per le MPMI che esercitano l’attività ricettiva in virtù di un contratto di affitto o altra tipologia di contratto indipendentemente dalla natura giuridica del proprietario degli immobili:

  1. Arredi, macchinari e attrezzature;
  2. Opere edili, murarie e impiantistiche strettamente funzionali e necessarie all’installazione dei beni alla voce 1 e nella misura massima del 20% dei costi ammissibili dei beni installati;
  3. Spese generali forfettarie per un valore del 7% delle spese ammissibili 1 e 2.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI:

Sono ritenuti ammissibili i progetti di realizzazione e riqualificazione di Strutture ricettive alberghiere e non alberghiere che riguardino uno dei seguenti macrotemi di posizionamento strategico:

  • Enogastronomia & food experience;
  • Natura & green;
  • Sport & turismo attivo;
  • Terme & benessere;
  • Fashion e design;
  • Business congressi & incentive.

 

I progetti sono da realizzare sul territorio lombardo entro 18 mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria in una sede attiva al momento della presentazione della domanda oppure da attivare entro e non oltre la prima richiesta di erogazione dell’agevolazione.

Ai fini dell’ammissibilità l’investimento complessivo non potrà essere inferiore a 80.000 Euro

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

A breve Regione Lombardia renderà nota la data di apertura dello sportello.

 

TIPOLOGIA DI PROCEDURA:

Il contributo è concesso a seguito di una procedura valutativa a graduatoria.