Monthly Archives

Luglio 2020

FINO AL 40% A FONDO PERDUTO PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

By | Notiziario Informativo

Simest ha apportato modifiche significative ai propri strumenti a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese.

Queste le principali novità:

L’esenzione della prestazione delle garanzie: fino alla fine del 2020 le imprese che chiederanno un finanziamento a SIMEST non dovranno prestare alcuna garanzia;

Il fondo perduto: le imprese, potranno affiancare al finanziamento a tasso agevolato (attualmente il tasso applicato è pari allo 0,089%) una quota di fondo perduto pari al 40% (20% nel caso di programmi di inserimento nei mercati esteri) con un massimale di 100.000 €. La quota di fondo perduto aumenterà al 50% con l’adozione del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale epidemia di COVID-19 a partire dal 17 settembre.

Non più solo operazioni extra UE, altra novità molto importante riguarda l’estensione dell’operatività degli strumenti agevolativi anche in favore di operazioni all’interno dell’Unione Europea.

 

Quali sono gli strumenti a supporto dell’internazionalizzazione di Simest?

Patrimonializzazione delle imprese esportatrici:

Soggetti beneficiari: PMI e imprese a media capitalizzazione costituite in forma di società di capitali che abbiano realizzato in ciascuno dei tre esercizi finanziari precedenti la presentazione della domanda un fatturato estero pari, in media, ad almeno il 20% del fatturato aziendale totale oppure che abbiano realizzato nell’esercizio finanziario precedente la presentazione della domanda un fatturato estero pari ad almeno il 35% del fatturato aziendale totale .

Attività finanziabili: miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale al momento della richiesta di finanziamento il cosiddetto livello d’ingresso rispetto al cosiddetto livello soglia.

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva che non potrà superare il 40% del patrimonio netto dell’impresa con un massimo di 800.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 40% del totale.

Approfondisci

 

Partecipazione a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema

Soggetti beneficiari: Tutte le imprese aventi sede legale in Italia anche costituite in forma di rete soggetto..

Attività finanziabili: partecipazione a fiere all’estero, sono ammissibili le spese per l’area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre internazionali incluse quelle che si svolgono in Italia.

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva copre il 100% delle spese, non potrà superare il 10% dei ricavi dell’ultimo esercizio con un massimale di 150.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 40% del totale.

Approfondisci

 

Inserimento Mercati Esteri

Soggetti beneficiari: tutte le imprese che abbiano presentato bilanci relativi ad almeno due esercizi completi.

Attività finanziabili: attività di inserimento e consolidamento in mercarti esteri, anche indiretto, mediante la realizzazione di un ufficio, show room, negozio o corner o centro di assistenza post vendita.

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva copre il 100% delle spese, non potrà superare il 25% della media del fatturato dell’ultimo biennio con un massimale di 4.000.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 20% del totale.

 

Inserimento di Temporary Export Manager

Soggetti beneficiari: tutte le imprese costituite in forma di società di capitali che abbiano presentato bilanci relativi ad almeno due esercizi completi.

Attività finanziabili: inserimento temporaneo in azienda di Temporary Export Manager attraverso la sottoscrizione di un contratto di prestazioni erogate esclusivamente da Società di Servizi in possesso dei requisiti indicati da SIMEST.

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva copre il 100% delle spese, non potrà superare il 15% della media del fatturato dell’ultimo biennio con un massimale di 150.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 40% del totale.

Approfondisci

 

Sviluppo di soluzioni di e-commerce

Soggetti beneficiari: tutte le imprese costituite in forma di società di capitali che abbiano presentato bilanci relativi ad almeno due esercizi completi.

Attività finanziabili: sviluppo di soluzioni di e-commerce

  • realizzando una propria piattaforma informatica;
  • utilizzando un market place di commercio elettronico di terzi;

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva copre il 100% delle spese, non potrà superare il 15% della media del fatturato dell’ultimo biennio con un massimale di 450.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 40% del totale.

Approfondisci

 

Studi di Fattibilità

Soggetti beneficiari: tutte le imprese che abbiano presentato bilanci relativi ad almeno due esercizi completi.

Attività finanziabili: studi di fattibilità finalizzati a valutare l’opportunità di effettuare un investimento commerciale o produttivo all’estero.

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva copre il 100% delle spese, non potrà superare il 15% della media del fatturato dell’ultimo biennio con un massimale di 350.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 40% del totale.

 

Programmi di Assistenza Tecnica

Soggetti beneficiari: tutte le imprese che abbiano presentato bilanci relativi ad almeno due esercizi completi.

Attività finanziabili: formazione del personale in loco effettuata dopo la realizzazione di un investimento in un mercato estero.

Tipo di agevolazione e massimale: l’agevolazione complessiva copre il 100% delle spese, non potrà superare il 155% della media del fatturato dell’ultimo biennio con un massimale di 300.000 €. L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso dello 0,085% e un contributo a fondo perduto pari al 40% del totale.

 

Richiedi informazioni

 

 

 

Finalmente apre il bando di Regione Lombardia per la produzione di DPI e dispositivi medicali.

By | Notiziario Informativo

Regionale lombarda ha disposto l’apertura del bando Reattivi contro il Covid finalizzato ad incentivare la produzione di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale a fronte dell’emergenza Covid-19.

Si tratta di un contributo a fondo perduto a disposizione delle PMI lombarde attive da almeno 24 mesi e operanti nei settori manifatturiero e dell’artigianato.

Saranno finanziati progetti di ampliamento della capacità delle unità produttive già adibite alla produzione di dispositivi medici o di dispositivi di protezione individuale (DPI) o di riconversione delle unità produttive finalizzata alla produzione di dispositivi medici o anche di dispositivi di protezione individuale.

Sono ritenute ammissibili le spese sostenute dopo l’8 marzo 2020 riguardanti:

a) acquisto di nuovi macchinari, e/o adeguamenti di quelli esistenti, acquisto di impianti di produzione ed attrezzature;
b) opere murarie strettamente necessarie alla installazione dei macchinari  e adeguamento della relativa impiantistica per un valore massimo del 20°% dei macchinari;
c) programmi informatici connessi all’investimento nella voce di spesa a);
d) costi per i test di laboratorio e certificazione di DM e DPI;
e) spese generali, fino al massimo del 10% delle spese ritenute ammissibili alle precedenti voci di spesa, relative al costo sostenuto per: – garanzia fidejussione bancaria – asseverazione della relazione tecnica – presentazione della pratica – utenze.

Il programmi d’investimento dovranno riguardare i seguenti DPI/DM:

  • tuta di protezione con cappuccio, polsini e caviglia elasticizzata dotata di calzari – indicata per protezione da rischio biologico di operatori sanitari in attività assistenziali ad elevato rischio di contaminazione (tenuta a liquidi biologici)- DPI CAT. III;
  • camici per la protezione degli operatori sanitari da rischio biologico con caratteristica resistenza alla penetrazione di liquidi biologici in tutta la superficie, con chiusura posteriore- DPI CAT. III;
  • camici chirurgici per la protezione degli operatori da rischio biologico con caratteristica di idrorepellenza sulla parte anteriore e sulle maniche in tnt e chiusura posteriore /o idrorepellenza su tutta la superficie DM;
  • visiere di protezione monouso o dotate di supporto monooperatore con frontale intercambiabile DPI/DM;
  • occhiali protettivi a maschera del tipo panoramico per attività sanitarie DPI/DM;
  • occhiali protettivi individuale per attività sanitarie DPI/DM;
  • cuffie monouso per attività sanitarie con elastici o lacci DM/DPI;
  • copricapo a scafandro monouso per attività sanitarie DM/DPI;
  • calzari per la protezione delle scarpe e delle gambe fino al ginocchio DM/DPI;
  • copriscarpe per la protezione della scarpa DM/DPI;
  • respiratori facciali FFP2/FFP3;
  • maschere chirurgiche;
  • soluzione idroalcolica >60% – 70%< igienizzante mani (preferibilmente con dispenser), prodotti igienizzanti e sanificanti differenti volumi litri attivi su COV;
  • monitor paziente con monitoraggio della pressione invasiva (IBP);
  • letti da terapia intensiva.

Potrà essere indicata una sola tipologia di investimento (ampliamento o riconversione) e una sola tipologia di dispositivi (DM o DPI), tuttavia la domanda potrà riguardare la produzione di più dispositivi appartenenti alla stessa macrotipologia.

Ai fini dell’ammissibilità al bando il programma di investimento non potrà essere inferiore a € 40.000.

L’agevolazione consiste in un fondo perduto nella misura del 75% con un limite massimo di agevolazione ottenibile variabile in funzione della rapidità di avvio della produzione dell’investimento ammesso all’agevolazione:

  • fino a € 500.000 per investimenti che si avviano entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando;
  • fino a € 400.000 per investimenti che si avviano entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando;
  • fino a € 300.000 per investimenti che si avviano entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando.

Le domande di contributo potranno essere presentate solo dopo aver effettuato l’investimento, ultimato i lavori di installazione e avviato la produzione, allegando i relativi giustificativi di spesa.

La domanda di agevolazione potrà essere presentata a partire dal’8 luglio 2020, l’agevolazione verrà concessa con una procedura valutativa a sportello, il bando chiuderà ad esaurimento delle risorse finanziarie.