CREDITO D’IMPOSTA PER LA SANIFICAZIONE ESTESO ALL’ACQUISTO DEI DPI

Foto di Andrea Piacquadio da Pexels
Il recente Decreto Liquidità ha esteso il credito d’imposta attribuito per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro includendo anche quelle relative all’acquisto di dispositivi di protezione individuale (DPI) oltre all’acquisto e all’installazione di altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza interpersonale.

 in sintesi:

 SPESE AMMISSIBILI:

  • spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuali (ad esempio mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 e FFP3, guanti, visiere e tute di protezione);
  • acquisto di dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici;
  • acquisto di dispositivi di sicurezza atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale;
  • acquisto di detergenti mani e disinfettanti.

 AGEVOLAZIONE:

Per l’esercizio 2020 è previsto un credito d’imposta nella misura del 50% delle spese. Il credito d’imposta non potrà eccedere il valore di 20.000 €.

 TERMINI TEMPORALI:

Nei prossimi giorni è prevista la pubblicazione del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze che disciplinerà criteri e le modalità di applicazione e fruizione del credito d’imposta.