fbpx Skip to main content

Credito d’imposta Energia Elettrica e Gas Naturale

🟢 BANDO ATTIVO |

OBIETTIVI

Sostenere le imprese a fronte dell’aumento dei prezzi dell’energia elettrica e del gas naturale provocati dal conflitto in Ucraina. Si prevedono oneri per l’anno 2022 pari a 863,56 milioni di euro per la componente energetica (più €215,89 milioni aggiuntivi stanziati con il Decreto Aiuti), e 237,89 milioni di euro per il gas naturale (più €59,45 milioni aggiuntivi stanziati con il Decreto Aiuti).

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica tutte le imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW, diverse dalle imprese a forte consumo di energia elettrica di cui al Decreto del Ministro dello sviluppo economico 21 dicembre 2017.

Possono beneficiare del credito d’imposta per l’acquisto di gas naturale tutte le imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale di cui all’articolo 5 del decreto-legge 1° marzo 2022 n.17.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili riguardano:

  • acquisto di energia elettrica utilizzata nel secondo trimestre dell’anno 2022, comprovato mediante fatture d’acquisto, qualora il prezzo della stessa, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al

30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019;

  • acquisto del gas naturale consumato nel secondo trimestre solare dell’anno 2022, per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici, qualora il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media, riferita al primo trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un credito d’imposta pari al:

  • 15% delle spese per l’energia elettrica;
  • 25% delle spese in gas naturale.

FRUIZIONE

Il credito d’imposta è fruibile in compensazione entro il 31 dicembre 2022.
Il credito è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive, non porti al superamento del costo sostenuto.

È interessato a questo bando?

Compili il form per ricevere la scheda normativa con tutti i dettagli








    Close Menu