fbpx Skip to main content

Bando Qualità Artigiana

🟢 BANDO ATTIVO |

 

OBIETTIVI

Promuovere la qualità artigiana, esaltandone la cultura, le specificità e il valore, tramite il sostegno ad interventi per la promozione dei prodotti degli artigiani, per il passaggio generazionale, la continuità nella gestione e l’inserimento dei giovani, e per la conservazione di beni mobili e immobili destinati all’attività artigiana.

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a €1.900.000, stanziati da Regione Lombardia, di cui 1,6 milioni di euro per spese in conto capitale e 300mila euro per spese in conto corrente

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’agevolazione le Micro, piccole e medie imprese artigiane operanti nei settori artistico, manifatturiero e della trasformazione alimentare con sede legale e/o operativa in Lombardia e appartenenti ai seguenti codici Ateco primari:

  • C – Attività manifatturiere e tutti i sotto digit;
  • I 56.10.30 – Gelaterie e pasticcerie;
  • R 90 – Attività creative, artistiche e di intrattenimento.

Sono escluse dal contributo le imprese che detengono a qualsiasi titolo apparecchi per il gioco d’azzardo lecito.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese in conto capitale ammissibili, al netto di IVA, sono:

a) acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature nuovi escluse le spese per il montaggio/trasporto/manodopera. Le spese devono riguardare esclusivamente beni durevoli, non di consumo e strettamente funzionali all’attività svolta (non sono ammessi gli autoveicoli);
b) acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili;
c) acquisto di hardware (sono escluse le spese per smartphone e cellulari);
d) acquisto di beni strumentali per il miglioramento dell’efficientamento energetico dei locali adibiti all’attività artigianale.

È ammesso anche il leasing finanziario purché al termine della locazione avvenga il trasferimento del bene al soggetto utilizzatore ed esclusivamente per la quota capitale dei canoni relativi ai mesi di utilizzo del bene ai fini del progetto.

Le spese in conto corrente ammissibili, al netto di IVA, sono:

a) comunicazione per rendere maggiormente conoscibile il prodotto/servizio artigianale (es. sito internet, registrazione dominio, messaggi pubblicitari, etc);
b) spese notarili per passaggio generazionale al netto di tasse, imposte, diritti e bolli anticipate dal notaio/consulente;
c) spese forfettarie (con contributo a fondo perduto fisso pari a € 2.000) per nuove assunzioni di giovani under 35 a partire dal 1° gennaio 2022;
d) spese di formazione al personale dipendente;
e) spese per l’ottenimento delle certificazioni (ad esempio ambientali ecc.).

La somma delle spese in conto corrente non può eccedere il 50% del totale delle spese (l’eccedenza verrà considerata non ammissibile).

Si precisa che tutte le spese devono essere sostenute e quietanziate dal 1° gennaio 2022 ed entro la data di presentazione della domanda, o comunque non oltre il 15 ottobre 2022.
Il bando non prevede un limite massimo di investimento da parte delle imprese, mentre è necessario presentare un progetto di investimento di valore almeno corrispondente al contributo regionale.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, nel limite massimo di €10.000 ad impresa.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E TEMPISTICHE

Il soggetto gestore del bando è Unioncamere Lombardia. Le domande possono essere presentate tramite apposito portale dalle ore 11.00 del 7 luglio 2022 alle ore 17.00 del 17 ottobre 2022. La procedura di valutazione prevista è a sportello a rendicontazione (le richieste devono essere presentate dalle imprese solo dopo aver sostenuto e quietanzato le spese) secondo l’ordine cronologico di invio e fino ad esaurimento delle risorse.

 

 Compila il form per ricevere la scheda normativa


    Close Menu