Skip to main content

Bando Export 2024

🟡 BANDO IN APERTURA|

Export 2024: la misura è finalizzata a far crescere la competitività delle PMI Lombarde sui mercati esteri, con l’intento di supportare le imprese nell’approccio a nuovi mercati, contribuendo alla crescita e allo sviluppo dell’internazionalizzazione.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a copertura del 50% delle spese ammissibili, a fronte di un investimento minimo pari ad euro 10.000 e massimo pari ad euro 30.000.

OBIETTIVI

Il bando finanzierà progetti che prevedono l’impiego di figure professionali:

  • EXIM Manager – Manager Esperto di processi di Import Export e internazionalizzazione
  • TEM – Temporary Export Manager
  • DEM – Digital Export Manager

Il compito di queste figure è elaborare una strategia di sviluppo aziendale, volta a far crescere le imprese, internazionalizzando il proprio prodotto e sfruttando le opportunità (reali o digitali) che il mercato globale ha da offrire.

BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’iniziativa le PMI in possesso dei seguenti requisiti:

  • Iscritte e attive nel Registro delle Imprese aventi sede operativa in Lombardia al momento della concessione dell’agevolazione;
  • La quota di export è inferiore al 20% del volume d’affari;
  • Non abbiano percepito agevolazioni tramite uno dei seguenti bandi:
    • Bando Export 2023;
    • Bando Digital export 2022;
    • Bando Linea Internazionalizzazione 21-27 – Progetti per la competitività sui mercati esteri.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute per l’impiego di un EXIM Manager, TEM e/o DEM in possesso dei seguenti requisiti:

  • Esperienza in un ruolo analogo pari ad almeno cinque anni;
  • Attestato formale di conoscenze specifiche di analisi, selezione e sviluppo del mercato estero delle imprese, oltreché di identificazione delle strategie più efficaci per l’ingresso e il consolidamento della presenza in ambito internazionale, di cui alla norma UNI 11823:20211.

PROCEDURA E VALUTAZIONE

Per l’assegnazione delle risorse si prevede una procedura a sportello Valutativo, secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

L’istruttoria tecnica è svolta sulla base di criteri di valutazione:

  • Descrizione progetto: progetto chiaro e coerente;
  • Propensione all’export: l’impresa ha la capacità produttiva necessaria all’export;
  • Fattori organizzativi: i fattori organizzativi quali capitale umani, capacità e strumentazione informatica a disposizione del progetto siano adeguatamente descritti;
  • Costi e tempi: siano in linea e coerenti tra loro.

TEMPISTICHE

Seguirà pubblicazione di apposito bando attuativo.

Per maggiori informazioni il nostro staff è a sua disposizione.

Compili il modulo e verrà ricontattato.





    Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy*

    Close Menu