Skip to main content
All Posts By

Pellegrino

Contributi a fondo perduto per le micro e piccole imprese manifatturiere, edili ed artigiane

By Bandi

Regione Lombardia ha approvato il rifinanziamento del bando FABER che prevede contributi a fondo perduto i progetti di investimento finalizzati all’ottimizzazione ed all’innovazione dei processi produttivi delle micro e piccole imprese del settore manifatturiero, edilizio e dell’artigianato.

Beneficiari:

Micro e piccole imprese attive da almeno 24 mesi del settore manifatturiero (codice ATECO C), edile (codice ATECO F) e dell’artigianato (iscritte alla Sezione speciale del Registro delle Imprese della CCIAA)  aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia.

Interventi ammissibili:

  • Ripristino delle condizioni ottimali di produzione mediante interventi di ammodernamento macchinari, impianti e attrezzature;
  • Massimizzazione dell’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua mediante, ad esempio interventi di riduzione del consumo di materie prime e altre risorse, comprese quelle energetiche; interventi di riduzione dell’impiego di sostanze pericolose; interventi di riduzione di rifiuti; interventi di riduzione delle emissioni inquinanti;
  • Ottimizzazione della produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali mediante, ad esempio, interventi di riduzione al minimo della produzione di scarti di lavorazione; interventi per la gestione degli scarti del processo produttivo come sottoprodotti; interventi per il reimpiego di alcune componenti o dell’intero prodotto, giunto alla fine di un ciclo di vita, a seguito di processi di manutenzione.

Spese ammissibili:

  1. Macchinari e impianti di produzione nuovi e attrezzature nuove;
  2. Macchine operatrici (definite dall’articolo 58 del nuovo Codice della strada);
  3. Hardware, software e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali di cui alla lettera a;
  4. Operare murarie connesse all’installazione dei beni materiali di cui alla lettera a) nel massimo del 50% delle spese ammissibili di cui alla lettera a).

Le spese dovranno essere sostenute (fatturate e quietanzate) a partire dal 4 gennaio 2019 e rendicontate entro il 18 dicembre 2019.

L’investimento minimo è fissato in Euro 15.000,00

Agevolazione:

Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili, e nella misura massima concedibile pari ad Euro: 30.000,00

Termini per la presentazione delle domande:

Il bando aprirà a breve. Le domande saranno valutate in ordine cronologico di presentazione. Verranno finanziate le proposte che conseguiranno almeno 40 punti su 100.

Siglato accordo con Ascom Confcommercio Bergamo

By Eventi

Pellegrino Consulting ha siglato un accordo di collaborazione con Ascon Confcommercio Bergamo per l’erogazione servizi di finanza agevolata alle imprese associate.

Pellegrino Consulting Services Srl è certificata UNI EN ISO 9001:2008 e opera dal 1992 nel settore della finanza agevolata con fondi regionali, nazionali e comunitari.

Pellegrino Consulting opera nelle seguenti Aree di specializzazione:

  • Ricerca e Innovazione: Normative Regionali, Nazionali e Bandi Europei – Horizon 2020;
  • Internazionalizzazione: Pellegrino Consulting Services è iscritta nell’albo del Ministero dello Sviluppo Economico e di Regione Lombardia come Ente Accreditato;
  • Investimenti per lo sviluppo aziendale.

Nuove agevolazioni per l’internazionalizzazione delle imprese italiane

By Bandi

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che istituisce due nuovi strumenti volti ad incentivare le attività di internazionalizzazione delle imprese italiane.

Beneficiari

Possono accedere al contributo tutte le imprese con sede legale in Italia costituite in forma di società di capitali sia in forma singola che di rete soggetto.

Interventi ammissibili:

  • lo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l’utilizzo di un Market place o la realizzazione implementazione di una piattaforma informatica propria;
  • l’inserimento temporaneo in azienda di TEM per la realizzazione di progetti di
    internazionalizzazione in paesi Extra UE.

Agevolazione

Per i progetti di sviluppo di soluzioni di e-commerce:

l’agevolazione consiste in un finanziamento della durata di quattro anni (tra un minimo di 25.000 € ed un massimo di 300.000 €) a copertura del 100% delle spese ammissibili. Il tasso d’interesse del finanziamento è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa europea, vigente alla data della delibera di concessione (attualmente 0,089%).

Per i progetti di inserimento temporaneo in azienda di TEM

L’agevolazione consiste in un finanziamento della durata di quattro anni (tra un minimo di 25.000 € ed un massimo di 150.000 €). Il tasso d’interesse del finanziamento è pari al 10 per cento del tasso di riferimento di cui alla normativa europea, vigente alla data della delibera di concessione (attualmente 0,089%).

Date e modalità di presentazione delle domande e tutti oltre a tutti gli aspetti operativi verranno stabiliti con una circolare operativa di prossima pubblicazione.

16 milioni di euro per le startup lombarde

By Bandi

Pubblicate da Regione Lombardia le linee guida della nuova misura “Nuove MPMI- sostegno alle start up lombarde in fase di avviamento e consolidamento” , strumento istituito redcentemente con una dotazione finanziaria di 16 milioni di euro suddivisa in:

  • Misura A) Piani di avvio: dotazione 6 milioni di euro
  • Misura B) Piani di consolidamento: dotazione 10 milioni di euro

Beneficiari

Misura A)

  • MPMI registrate alla CCIAA e con sede legale/operativa attiva da massimo 2 anni;
  • liberi professionisti;
  • soggetti con sede operativa attivata almeno 90 giorni prima della fine del progetto.

Misura B)

  • MPMI registrate alla CCIAA e con sede legale/operativa attiva da più di 2 anni e da massimo 4 anni;
  • liberi professionisti.

Progetti di sviluppo ammissibili

  • Misura A) Piani di avvio: primi investimenti materiali ed immateriali per l’avvio dell’impresa/attività professionale e le fasi di prima operatività
  • Misura B) Piani di consolidamento: investimenti materiali ed immateriali per consolidare ed espandere l’attività d’impresa/professionale.

Agevolazione

Contributo a fondo perduto pari al 40% e 50% del valore degli investimenti – fino ad un massimo di 50.000 e 75.000 euro.

 

Innovazione delle filiere di Economia Circolare in Lombardia

By Bandi

Regione Lombardia ha approvato i i criteri attuativi del Bando per l’innovazione delle filiere di Economia Circolare.

In collaborazione con Unioncamere Lombardia,  l’intervento promuove:

  • Innovazioni di prodotto e processo per l’utilizzo efficiente delle risorse
  • Progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati per il rafforzamento della filiera
  • Sperimentazione e applicazione di strumenti per l’aumento della vita dei prodotti e per la riciclabilità
  • Implementazione di strumenti e metodologie per l’uso razionale delle risorse naturali 

Industria 4.0: Voucher Innovation Manager

By Bandi

Contributo a fondo perduto ai manager dell’innovazione per stimolare il passaggio delle PMI al 4.0

 

È stato firmato il decreto attuativo per l’Innovation Manager, un provvedimento atteso da molte imprese italiane per tenere il passo con la trasformazione digitale e puntare sull’innovazione.

Possono accedere al contributo micro, piccole e medie imprese e le reti d’impresa e sono ammesse le spese per prestazioni consulenziali di natura specialistica finalizzate a sostenere i processi di:

  • trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0;
  • ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Il contributo è riconosciuto per i periodi d’imposta 2019 e 2020, in misura diversa a seconda delle dimensioni d’impresa:

  • Per le piccole e micro imprese è pari al 50% dei costi sostenuti per ciascun periodo d’imposta, fino a un massimo di 40.000 euro.
  • Per le medie imprese è pari al 30% fino a un massimo di 25.000 euro.
  • Per i contratti di rete è pari al 50% delle spese fino a un massimo di 80.000 euro.

Il governo ha stanziato in tutto 25 milioni di euro all’anno.

Agevolazioni per Ricerca e Sviluppo: apre lo sportello Frim Fesr

By Bandi

A partire dalle ore 12:00 del 6 giugno 2019 – e fino all’esaurimento delle risorse finanziarie – sarà possibile presentare domande di finanziamento a valere sul bando Frim Fesr 2020 Ricerca & Sviluppo di Regione Lombardia.

Potranno beneficiarne le PMI che abbiano o che intendano costituire una sede operativa in Lombardia (già costituite e attive alla data di presentazione della domanda) e Liberi professionisti.

Sono ammissibili progetti finalizzati all’introduzione di innovazione di prodotto e/o di processo che facciano riferimento ad una delle macro aree tematiche delle Aree di Specializzazione di Regione Lombardia:

  • Aerospazio;
  • Agroalimentare;
  • Eco-industria;
  • Industrie creative e culturali;
  • Industria della salute;
  • Manifatturiero avanzato;
  • Mobilità sostenibile.

I progetti dovranno essere realizzati entro 18 mesi dalla data di concessione dell’agevolazione e avere un valore minimo di 100.000 Euro.

L’agevolazione concessa consiste in un finanziamento pari al 100% delle spese ammissibili fino ad un massimo di Euro: 1.000.000,00. Il tasso nominale annuo applicato sarà pari allo 0,5%

Le spese ammissibili sono:

  • spese di personale relative a ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario purché impiegati per la realizzazione del Progetto fino ad un massimo del 50% delle spese totali ammissibili;
  • costi di ammortamento relativi ad impianti, macchinari e attrezzature (nuovi o usati);
  • costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, nonché i costi dei servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini dell’attività di ricerca, nell’ambito di un’operazione effettuata alle normali condizioni di mercato;
  • materiali direttamente connessi alla realizzazione del Progetto, per un massimo del 10% delle spese totali ammissibili di Progetto;
  • spese generali forfettarie addizionali derivanti direttamente dal Progetto per il 15% delle spese di personale di Progetto.

Agevolazioni per sviluppo aziendale, rilancio aree produttive e beni strumentali nuovi

By Bandi

Ricordiamo che dal 18 febbraio è di nuovo operativo il bando Al Via di Regione Lombardia e che dal 7 febbraio è aperto lo sportello della Sabatini Ter.

 

BANDO “AL VIA”

 

Lo strumento di Regione Lombardia supporta i nuovi investimenti delle PMI mediante la concessione di un finanziamento a medio lungo termine, assistito da una garanzia a valere sul Fondo di Garanzia AL VIA e abbinato a un contributo a fondo perduto in conto capitale. Si compone di due linee: la Linea Sviluppo Aziendale e la Linea Rilancio Aree Produttive.

Beneficiari

PMI attive in Lombardia da almeno 24 mesi:

  • con codice ATECO primario appartenente ad una delle categorie previste nell’Allegato 2 dell’Avviso;
  • indipendentemente dal codice Ateco, iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia, in attuazione del decreto n. 1132 del 17/02/2015, ai sensi della l.r. 31/2008 ART. 13 BIS.

Spese ammissibili

Linea Sviluppo Aziendale:

  • acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
  • acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware);
  • acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
  • opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica

Linea Rilancio Aree produttive:

  • acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
  • acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware);
  • acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
  • opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica;
  • acquisto di proprietà/diritto di superficie in relazione ad immobili destinati all’esercizio dell’impresa.


Agevolazione

A fronte di Progetti presentati con spese ammissibili tra €53.000 e fino a 3ML per Sviluppo aziendale e fino a 6ML per Rilancio aree produttive, l’Intervento agevolativo si compone di:

  • Finanziamento a medio-lungo termine erogato da Finlombarda e dagli intermediari finanziari convenzionati (tra €50.000 e fino a € 2.850.000);
  • Garanzia regionale gratuita del 70% ad assistere il Finanziamento;
  • Contributo a fondo perduto in conto capitale, variabile a seconda della dimensione aziendale e del regime di aiuto scelto

 

SABATINI TER

 

Lo strumento del Ministero per lo Sviluppo Economico è destinato alle PMI di tutti i settori economici che intendano realizzare un programma di investimenti in beni strumentali nuovi.

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese operanti sul territorio nazionale.

Spese ammissibili

Beni nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per impianti e macchinari, attrezzature industriali e commerciali e altri beni classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 oltre a software e tecnologie digitali.

Agevolazione

Contributo in conto interessi pari al:

  • 2,75% per gli investimenti ordinari, a cui corrisponde un’agevolazione a fondo perduto nella misura del 8% del valore del bene
  • 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (investimenti in tecnologie “industria 4.0”), a cui corrisponde un’agevolazione a fondo perduto nella misura del 10% del valore del bene

Novità 2019

Il Decreto Crescita ha innalzato da 2 a 4 milioni di euro l’importo dei finanziamenti concedibili a ciascun impresa.

 

Entrambe le agevolazioni sono cumulabili con i benefici previsti dall’Iper ammortamento

 

 

 

Regione Lombardia: finanziamenti a tasso zero per programmi di internazionalizzazione

By Bandi

Pubblicato il decreto di apertura del bando regionale “Linea Internazionalizzazione”, volta a supportare i programmi d’investimento per la promozione dell’Export delle Piccole e Medie Imprese Lombarde.

 

Beneficiari

Piccole e Medie Imprese iscritte al registro delle imprese da almeno 24 mesi, e che abbiano sede in Lombardia al momento dell’erogazione dell’agevolazione

 

Interventi ammissibili

Sono ammissibili i progetti di internazionalizzazione complessi, tramite la realizzazione di programmi integrati atti a sviluppare e/o consolidare la presenza e la capacità di azione delle stesse nei mercati esteri.

Valore minimo del programma di investimento, Euro: 62.500,00.

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda di contributo (ad eccezione delle spese per la definizione del progetto e della domanda di contributo che possono essere sostenute a partire dal 7 maggio 2019):

  • Partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi collegati organizzati al massimo 10 giorni prima o dopo la fiera. Esempi di spese ammissibili:
    • affitto di spazi e locali;
    • noleggio di stand;
    • acquisto o noleggio di materiali;
    • quota di iscrizione alla fiera e servizi di trasporto;
  • Istituzione temporanea all’estero (massimo 6 mesi) di show room/spazi espostivi;
  • Azioni di comunicazione ed advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri che non abbiano caratteristiche di vendita diretta o indiretta. Esempi di spese ammissibili:
    • realizzazione di materiale informativo;
    • adeguamento di siti web per i mercati esteri (non sono ammesse le sezioni di vendita on line di prodotti e servizi)
  • Consulenze relative al progetto di internazionalizzazione. Esempi di spese ammissibili:
    • piani di marketing;
    • consulenza doganale, relativa all’assicurazione sul credito, alla fiscalità internazionale e alla contrattualistica;
    • studi di fattibilità;
    • consulenza strategica commerciale;
    • ricerca di partner esteri;
    • consulenza su certificazioni estere di prodotto;
    • analisi di mercato;
    • definizione del progetto e della domanda di finanziamento.
  • Spese per il conseguimento di certificazioni estere;
  • Spese per il personale in Italia e all’estero (max 30% del totale delle spese ammissibili);
  • Spese generali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale.

I progetti devono essere conclusi e le spese quietanzate entro 18 mesi dalla data di concessione dell’agevolazione.

 

Agevolazione

Finanziamento agevolato pari all’80% delle spese ammissibili, con le seguenti caratteristiche:

  • TASSO: ZERO
  • DURATA: Dai 3 ai 6 anni, con un periodo di pre-ammortamento massimo di 24 mesi
  • Finanziamento tasso ZERO
  • Valore del finanziamento: da Euro 50.000,00 ad Euro 500.000,00

 

Erogazione dell’agevolazione

  • 50% in acconto all’approvazione della domanda di agevolazione
  • 50% a saldo delle spese sostenute

 

Presentazione delle domande
A partire dal 22 maggio 2019, fino ad esaurimento delle risorse finanziarie.